copertina200
copertina800

Il mondo come volontà e rappresentazione (Arthur Schopenhauer)

15.00

FORMATO 15×21

PAGINE 454

ISBN 978-88-3300-282-8

I EDIZIONE APRILE 2022

Descrizione prodotto

Il mondo come volontà e rappresentazione è la più importante opera di Arthur Schopenhauer e racchiude l’asse portante di tutto il suo pensiero filosofico, portato avanti e sviluppato con la massima coerenza. Attraverso i concetti di volontà e rappresentazione Schopenhauer intende offrire una spiegazione unitaria alla domanda “cosa è il mondo e cosa è la realtà”, abbandonando la pretesa di molti filosofi del passato di spiegare il perché dell’esistenza del mondo e degli uomini. Quindi, per il nostro filosofo, il mondo è per una parte volontà e per l’altra è rappresentazione. Sono due facce della stessa medaglia ed è proprio questa visione unitaria a costituire l’innovazione delle teorie di Schopenhauer.

Arthur Schopenhauer (Danzica, 22 febbraio 1788 – Francoforte sul Meno, 21 settembre 1860) è uno dei maggiori pensatori del XIX secolo e dell’epoca moderna. Pur recuperando alcuni aspetti dell’illuminismo, del romanticismo e di Kant, il filosofo tedesco elabora una sua originale filosofia improntata su una visione pessimistica dell’uomo. Egli non nutre né considerazione né fiducia alcuna nella massa degli esseri umani, fatto che lo conduce alla misantropia, mentre ama molto gli animali. La sua filosofia esercita ancora oggi una notevole influenza grazie anche alla chiarezza espositiva del suo linguaggio.

Seguici sui Social 🙂

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il mondo come volontà e rappresentazione (Arthur Schopenhauer)”