copertina200
copertina800

La Libertà (John Stuart Mill)

12.00

IN USCITA IL 26 GIUGNO

FORMATO A5

PAGINE 176

ISBN 978-88-3300-192-0

PRIMA EDIZIONE GIUGNO 2020

Descrizione prodotto

L’uomo deve essere libero di esprimersi, anche nell’opinione più minoritaria e deve essere in grado di ascoltare e tollerare anche l’unica opinione divergente; deve essere libero di scegliere il suo progetto di vita secondo il proprio gusto e le proprie inclinazioni e capacità naturali, anche quando queste dovessero risultare “immorali” per il senso comune;  infine deve essere sempre garantita la libera associazione tra persone. La libertà è, quindi, una componente fondamentale del cammino dell’uomo verso la felicità. Qui, però non si parla solo della felicità personale. Anzi, la libertà di ogni individuo funge da contributo alla felicità collettiva. Per questo motivo la Società e lo Stato devono intromettersi il meno possibile sulla libertà dei singoli. Unica eccezione è data dal diritto sociale di proteggersi dal male altrui. L’azione dell’uomo deve essere quindi libera ma non deve fare male agli altri. Il saggio sulla libertà di Mill è un testo che guarda ancora oggi al futuro, segno che la libertà è purtroppo spesso limitata o addirittura negata in modo ingiustificato.

Prefazione di Salvatore Primiceri. Traduzione di Arnaldo Agnelli. Copertina di Ivan Zoni.

John Stuart Mill (Londra, 20 maggio 1806 – Avignone, 8 maggio 1873) è stato, insieme al suo maestro Jeremy Bentham, uno dei più importanti esponenti dell’utilitarismo e del liberalismo. Per le sua visione di società fondata sulla libertà, uguaglianza e tolleranza e per le sue idee sui diritti individuali e civili fu anche definito liberal-socialista. Fu membro del Partito Liberale.

Seguici sui Social 🙂

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La Libertà (John Stuart Mill)”