copertina200
copertina800

Introduzione ai principi della morale e della legislazione (Jeremy Bentham)

15.00

IN USCITA IL 20 APRILE

FORMATO A5

PAGINE 276

ISBN 978-88-3300-171-5

PRIMA EDIZIONE APRILE 2020

Descrizione prodotto

Il presente trattato, pubblicato per la prima volta a Londra nel 1780, è uno dei pilastri, ancora oggi influenti, nel campo dell’etica pubblica e del rapporto tra diritto e morale. Gli uomini, col proprio comportamento, ma soprattutto i governi e i legislatori, si devono occupare del bene comune producendo la felicità per il maggior numero di persone. Il criterio per misurare la felicità è il rapporto tra piacere e dolore. La massimizzazione del piacere e l’assenza di dolore è la miglior condizione possibile per una vita felice. Le azioni da compiere, per essere considerate moralmente giuste, devono avere come conseguenza la capacità di aumentare il piacere e ridurre il dolore nella collettività. Il pensiero di Bentham, noto come “utilitarismo” o “consequenzialismo”, ha rivoluzionato in senso egualitario la visione etica, politica e giuridica dei Paesi Occidentali.

Nuova traduzione di Otello Marcacci. Introduzione di Salvatore Primiceri. Copertina di Ivan Zoni.

Jeremy Bentham (Londra, 15 febbraio 1748 – Londra, 6 giugno 1832), filosofo e giurista inglese, è considerato il padre dell’utilitarismo e delle moderne costituzioni occidentali. Fu un politico radicale e brillante tanto da influenzare lo sviluppo del liberalismo. In campo giuridico diede forte impulso alle battaglie per i diritti e le libertà individuali e alla riforma del diritto penale in senso “mite”, ovvero considerando la pena in ottica di prevenzione dei reati e rieducazione del reo e non più solamente come punizione.

Seguici sui Social 🙂

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Introduzione ai principi della morale e della legislazione (Jeremy Bentham)”