copertina200
copertina800

Dei delitti e delle pene (Cesare Beccaria)

12.00

IN USCITA IL 15 MARZO 2019

FORMATO A5

PAGINA 120

Copertina di Ivan Zoni

ISBN 978-88-3300-108-1

PRIMA EDIZIONE MARZO 2019

Descrizione prodotto

Il testo di Beccaria rappresenta ancora oggi un faro per chi svolge un ruolo attivo nel funzionamento della macchina giudiziaria in quanto consente al giurista di tenere ben saldi e a portata di mano alcuni principi di giustizia fondamentali affinché l’azione penale sia esercitata in modo corretto, senza abusi, e la pena sia applicata in modo proporzionato al reato perseguito. Tra i capisaldi che Beccaria ha contribuito ad infondere nella nostra cultura giuridica troviamo la contrarietà alla pena di morte e alla tortura, la certezza della pena, la proporzionalità della pena, la prescrizione, l’accertamento della verità, il ricorso limitato alla carcerazione preventiva, la chiarezza delle leggi. Per il carattere rivoluzionario e innovativo delle idee contenute, la prima edizione di questo saggio, avvenuta nel 1764, fu messa all’indice dei libri proibiti nel 1766.

L’introduzione è di Salvatore Primiceri. La copertina è di Ivan Zoni.

Cesare Beccaria nacque a Milano il 15 marzo 1738 da una famiglia nobile e morì, sempre a Milano, il 28 novembre 1794. Si laureò in giurisprudenza all’Università di Pavia. Considerato un protagonista dell’Illuminismo, il suo pensiero giuridico ha ispirato la cultura giuridica e giudiziaria europea che è alla base del diritto penale contemporaneo.

Seguici sui Social 🙂

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Dei delitti e delle pene (Cesare Beccaria)”